top of page

Come cambia il marketing nella filiera sostenibile dei fornitori #4




Introduciamo oggi il quarto e ultimo spunto di riflessione relativo a come il marketing procurement potrebbe affrontare la sfida della filiera di prossimità sostenibile dei fornitori.

Nelle scorse settimane abbiamo visto:


Oggi il quarto e ultimo spunto di riflessione:



Considerazioni sull'impatto ambientale


Ridurre la distanza fisica nelle catene di approvvigionamento sappiamo che può essere uno degli aspetti che contribuiscono a ridurre l'impatto ambientale. Le aziende italiane possono integrare criteri ambientali nella selezione dei fornitori, tenendo in considerazione l'impatto delle attività di produzione e trasporto sul cambiamento climatico, sull'inquinamento e sulla sostenibilità delle risorse naturali.

Ciò potrebbe comportare l'adozione di pratiche di approvvigionamento sostenibili, l'utilizzo di fornitori con certificazioni ambientali e la promozione di pratiche di trasporto ecologiche come il trasporto combinato o l'utilizzo di mezzi di trasporto a basse emissioni.


Coinvolgere i fornitori per migliorare l'impatto ambientale è sicuramente un passo importante per promuovere la sostenibilità in tutta la catena di approvvigionamento. Questo aspetto comporta un grande ed oneroso impegno da parte dell’azienda nell’individuare i fornitori su cui investire e nel considerare le potenzialità a medio e lungo termine del fornitore stesso.


Sicuramente stabilire obiettivi chiari di sostenibilità è il primo passo per avere la possibilità poi di misurarli ai fini della riduzione dell’impatto ambientale nella catena di approvvigionamento. Questi obiettivi possono riguardare:

  • la riduzione delle emissioni di gas serra

  • il risparmio energetico

  • l'uso responsabile dell'acqua

  • la gestione dei rifiuti

  • l'uso di materiali sostenibili.


Ma spesso le difficoltà impattano con la pletora di eccellenti medi e piccoli fornitori che supportano lo sviluppo delle grandi aziende e che non hanno né la cultura, né le possibilità per intraprendere azioni di sostenibilità importanti. L’impegno da parte dell’azienda cliente va nella direzione di incoraggiare i fornitori a sviluppare nuove tecnologie o soluzioni sostenibili fornendo risorse finanziarie o supporto per la ricerca e lo sviluppo.

Questo significa essere disposti a riconoscere e affrontare le sfide che i fornitori potrebbero incontrare nel migliorare la loro sostenibilità. Potrebbero esserci ostacoli finanziari, tecnici o culturali che richiedono supporto e soluzioni a livello di sistema. Le aziende possono avere fornitori provenienti da diverse regioni geografiche o settori industriali, ognuno con diverse capacità e livelli di maturità sulla sostenibilità. Gestire questa diversità richiede un approccio personalizzato e adattabile.


I fornitori possono essere impegnati in numerose sfide e iniziative aziendali, il che può rendere difficile per loro dare la giusta priorità alle iniziative di sostenibilità. Ciò richiede un'efficace comunicazione e una collaborazione costante per mantenere la sostenibilità come elemento chiave nell'agenda dei fornitori.

Quanto l’azienda è disposta ad investire in tutto ciò? Ci sono best case molto interessanti di aziende che hanno per esempio messo la certificazione B Corp come anello indissolubile di tutta la filiera e che proprio per questo sono on field con i fornitori nel percorso. E le testimonianze ci raccontano che il percorso è lungo proprio per questo avvicinamento di entrambe le parti disposte ad investire insieme. Le aziende che hanno il valore della sostenibilità e dell’impatto ambientale come impegno ai vertici dell’azienda si contraddistinguono proprio dal top management ispiratore, se non addirittura dalla famiglia fondatrice (vedi il caso di Chiesi Farmaceutici, di Davines Italia e di molte altre realtà). Quali sono altri interventi che l’azienda potrebbe concordare con i fornitori?

  • L’aspetto motivazionale, relativo a questo complesso percorso, è riconoscere e premiare i fornitori che sviluppano soluzioni innovative e sostenibili. Questo può incentivare altri fornitori a seguire l'esempio e promuovere una cultura di innovazione orientata alla sostenibilità.

  • Ma anche integrare la sostenibilità nella strategia aziendale complessiva e nella CSR. Questo fornisce una direzione chiara e una base solida per coinvolgere i fornitori nella sostenibilità.

  • Identificare e risolvere le sfide strutturali che possono ostacolare il coinvolgimento dei fornitori. Ciò può includere problemi di fornitura di materie prime sostenibili o barriere normative.

  • Collaborare con organizzazioni di terze parti, come consulenti ambientali o gruppi di sostenibilità, per ottenere competenze specializzate e valutare le prestazioni ambientali dei fornitori in modo imparziale.


Cosa può fare il marketing?


Il marketing può svolgere un ruolo fondamentale nel sostenere i fornitori su temi di sostenibilità e impatto ambientale. Utilizzando efficacemente le strategie di marketing, le aziende possono incoraggiare e promuovere il coinvolgimento dei fornitori nella sostenibilità in diverse maniere:

  • Comunicazione della visione e degli obiettivi: Il marketing può essere utilizzato per comunicare chiaramente la visione e gli obiettivi di sostenibilità dell'azienda sia internamente che ai fornitori. Questo contribuisce a garantire una comprensione condivisa degli obiettivi di sostenibilità e a motivare i fornitori a colpire.

  • Costruzione di partnership strategiche: Il marketing può aiutare a identificare e costruire partnership strategiche con fornitori che hanno gli stessi valori di sostenibilità. Queste partnership possono favorire la condivisione di conoscenze e risorse per promuovere l'innovazione sostenibile.

  • Il marketing può svolgere un ruolo attivo nella promozione della collaborazione tra l'azienda e i fornitori per lo sviluppo e l'implementazione di innovazioni sostenibili. Ciò può includere l'introduzione di nuovi materiali eco-compatibili, processi di produzione più efficienti dal punto di vista energetico e soluzioni a basso impatto ambientale.


Cosa possono fare marketing e procurement insieme?


Il marketing e il procurement possono collaborare strettamente per promuovere e sostenere la sostenibilità dei fornitori. Questa sinergia può portare a risultati più efficaci nell'adottare pratiche sostenibili lungo tutta la catena di approvvigionamento.


Ecco alcune azioni che possono intraprendere insieme:

  1. Definizione di criteri di sostenibilità: Il procurement e il marketing possono lavorare insieme per sviluppare criteri di sostenibilità chiari e specifici che devono essere soddisfatti dai fornitori. Questi criteri possono riguardare aspetti ambientali, sociali ed etici.

  2. Sviluppare meccanismi di incentivazione per i fornitori che propongono soluzioni innovative e sostenibili.

  3. Team interfunzionale composto da membri del marketing, del procurement, delle risorse umane e di altre funzioni pertinenti per lavorare insieme su iniziative di sostenibilità. Questo team può facilitare la comunicazione, la condivisione delle conoscenze e l'allineamento delle strategie.

Una delle maggiori difficoltà tra marketing e procurement nella collaborazione virtuosa è sicuramente legata a obiettivi e priorità diverse. Mentre il marketing potrebbe concentrarsi sulla comunicazione dell'impegno per la sostenibilità verso i consumatori e il pubblico esterno, il procurement potrebbe focalizzarsi principalmente sull'efficienza operativa e sulla riduzione dei costi, senza considerare necessariamente in primo piano gli aspetti sostenibili.


Questi sono ovviamente solo alcuni accenni di riflessione per un tema così vasto e allo stesso tempo urgente che nessuno ha la presunzione di poter risolvere, ma condividere spunti di riflessione può essere un incipit verso la trasformazione.


· Cosa ne pensi?

· Qual è la tua esperienza nella relazione con i fornitori in merito a sostenibilità e impatto ambientale?


Continua a stare con noi perché a breve ti verranno comunicate le nuove iniziative di Optima per la formazione e crescita permanente del marketing procurement…








bottom of page