top of page

In azienda, meglio interagire umana-mente o artificial-mente?



Per ricavare un valore significativo dall’utilizzo dei processi in azienda, è necessario ripensare alla radice del modo in cui esseri umani e tecnologia interagiscono nei contesti di lavoro.

Dobbiamo concentrarci su applicazioni in grado di cambiare il rendimento dei dipendenti e sul modo in cui gli altri stakeholders (fornitori, clienti ecc) interagiscono. Bisogna avere una considerazione sistematica sulle attività fondamentali che trasformi la vita dell’azienda.

A tal proposito, prendendo spunto da diverse pubblicazioni di Harvard Business Review Italia, facciamo un esercizio virtuoso mettendo insieme alcuni suggerimenti:


  1. CHIAREZZA – cosa vogliamo realizzare. In molte realtà aziendali lo scopo del miglioramento dei processi è per far guadagnare di più l’azienda, ma spesso questo obiettivo risulta essere troppo generico. Talvolta l’urgenza è velocizzare i processi, alleggerire l’operatività, ridurre i costi operativi ecc.

  2. ECOSISTEMA – in un’intervista recente fatta alla chat GPT relativamente alla relazione tra marketing e procurement, emerge un invito alla digitalizzazione dei processi per facilitare la relazione, ma anche un’interazione sempre più forte con fornitori ed altre funzioni aziendali.

  3. ANALISI DATI- padroneggiare l’utilizzo e l’analisi dei dati per prendere decisioni. Avere dei processi misurati che permettano di estrapolare dati unici e proprietari. L’alternativa sarebbe che tutti avrebbero modelli di apprendimento automatico e risultati simili. I dati sono alla base del successo dell’apprendimento automatico, ma i modelli possono fare previsioni accurate solo se i processi mettono facilmente a disposizione una grande quantità di dati.

  4. ARCHITETTURA – uno dei grandi temi di oggi è che esistono piattaforme specializzate eccellenti con la possibilità di attingere innumerevoli dati, ma ognuno autoparlanti a se stessi. Occorre un modo per poter estendere facilmente dati, analitica e automazione a tutti i processi dell’azienda. C’è bisogno di una infrastruttura tecnologica in grado di comunicare e comprendere dati provenienti da altri ambienti informatici, sia esterni che interni all’azienda.

  5. RELAZIONI- quanto più i processi sono complessi e lontani da colui che ne beneficia utilizzandoli, tanto più si rileva un abbassamento motivazionale e una disattenzione nell’utilizzo. Rendere i processi a servizio della persona e non la persona a servizio del processo è ancora un tema di miglioramento e sviluppo.

  6. FARE SQUADRA – i dati non sono della singola funzione ma sono del team. Questo comporta un approccio alla leadership da inside-out ad outside-out dove il passaggio fondamentale è da una struttura gerarchica ad una struttura di squadra. I processi quindi devo facilitare questi passaggi e non irrigidirli. Quando i team includono persone che sono in prima linea, il flusso di informazioni è più veloce e più accurato; con questa maggiore velocità si ottiene una maggiore flessibilità per rispondere ai cambiamento del mercato. Il miglioramento del flusso di informazioni crea maggiore trasparenza che favorisce la collaborazione.

Gli ultimi 2 punti sono fondamentali nel definire se un processo funziona oppure no.

Se il processo amplia la visione e facilita la realizzazione e nutre la motivazione del singolo collaboratore, allora l’azienda cresce e le persone aumentano la produttività in maniera consequenziale.


Si tratta di un cambiamento culturale e, come tutti i cambiamenti della storia, bisogna tenere conto delle 2 velocità che non sono mai uguali, tra mindset umano e accelerazione digitale. E’ sfida interessante valorizzare la celerità digitale e la resilienza culturale per farne il “giusto” mix , dove “giusto” non vuol dire assoluto ma “a servizio” dell’innovazione sostenibile.


Quanto migliorare la partnership tra marketing e procurement nella tua azienda è importante per facilitare i processi, snellire i flussi e migliorare la governance, alleggerendo di operatività sia il marketing che il procurement e ottenere risultati di business migliori?


Se sei interessato a questi argomenti iscriviti subito a "Make it Fluid: Il cambio di stato nella relazione tra Marketing e Procurement", evento in programma il 4 maggio 2023!

Commentaires


bottom of page